Tutto un altro blog!

23
Apr

Riqualificazione dei sottopassi di Fontivegge attraverso Writing, Murales e Graffitismo

sottopasso-fontiveggeNiente è più gratificante che pensare ad un progetto utile alla città e ai cittadini riuscendo a concretizzarlo in poco tempo. Soprattutto se a farlo con te ci sono brave persone come quelle che hanno dato vita all’associazione Perugia non è la Capitale della Droga.

Una delle prime proposte che ho fatto in Consiglio Comunale era di distinguere l’arte dal vandalismo e capire che i murales e i graffiti, se belli, possono essere una chiave per riqualificare alcune zone della città che ne hanno bisogno. Trovate tutto qui: http://www.tommasobori.it/mozione-su-writing-murales-e-graffitismo-distinguere-la-creativita-dal-vandalismo/

E così abbiamo fatto. Per rilanciare i sottopassi della Stazione Fontivegge, che erano malfrequentati ed in condizioni di insicurezza, abbiamo lanciato insieme l’idea di organizzare con le scuole e le associazioni studentesche una giornata di recupero dei sottopassi tramite giovani creativi che avrebbero potuto decorare i passaggi attraverso il Writing, i Murales ed il Graffitismo. Inserendo, successivamente, le aree suddette tra le zone della città in cui è permesso dipingere tutto l’anno, riuscendo così a rivitalizzarle e bonificarle.

sottopasso-stazioneCi muoveva l’idea di dimostrare che il writing, il graffitismo ed i murales sono una manifestazione sociale, culturale e artistica diffusa in tutto il pianeta, basata sull’espressione della propria creatività tramite interventi sul tessuto urbano. Tali fenomeni non hanno nulla a che vedere con gli atti di vandalismo.

Per questo, sempre con riferimento ai sottopassi della stazione, avevo chiesto informazioni puntuali sullo stato degli stessi, sui futuri interventi di riqualificazione tramite la messa in sicurezza, il miglioramento dell’illuminazione e la rivitalizzazione dell’area.

Non c’è migliore sicurezza possibile di quella che riusciremo a garantire si cone le telecamere e l’illuminazione, ma soprattutto rendendo quel passaggio bello, vivibile e vissuto. Il concorso a premi per giovani creativi ne è l’esempio.

———-

Sotto trovate il testo integrale dell’interrogazione e della risposta:

Il vice Sindaco Nilo Arcudi ha precisato che solo una parte del sottopasso di Via Sicilia/Fontivegge è di proprietà comunale, visto che la parte restante è di Sottopasso Fontivegge Perugia 01proprietà di Rfi. Nella parte comunale sono stati effettuati molteplici interventi di bonifica (dalla pulizia, alla manutenzione delle pareti, dell’illuminazione e degli impianti di videosorveglianza), tanto che attualmente la situazione dell’opera può definirsi positiva. Al contrario forti criticità restano per ciò che concerne la parte di sottopasso di proprietà delle Ferrovie. Su questo il comune ha già inviato diverse sollecitazioni di intervento a Rfi.

    Quanto al tema dei writers, Arcudi ha definito la proposta di Bori interessante, soprattutto se si riuscirà a coinvolgere sul progetto le scuole. “Noi in questi anni abbiamo cercato di indirizzare i writers verso le aree appositamente destinate ai graffiti, così da evitare l’improprio utilizzo di altre zone della città, col rischio che di fatto vengano imbrattate. Per il futuro contiamo di estendere il lotto delle zone dedicate a questa forma di arte, mentre saremo inflessibili nei confronti di qualsiasi genere di imbrattamento”.

Sottopasso Fontivegge Perugia 04Di seguito l’interrogazione:

———-

CONSIDERATO CHE:

  • I sottopassi della Stazione e della zona di Fontivegge sono malfrequentati e costituiscono un fattore di insicurezza agli occhi dei cittadini.
  • Sia i residenti, che i commercianti, chiedono interventi di riqualificazione dei sottopassi tramite la messa in sicurezza, il miglioramento dell’illuminazione e la rivitalizzazione dell’area.
  • Il Consiglio Comunale ha la delibera quadro per quello che riguarda il recupero tramite giovani creativi di alcune aree della città “Writing, Murales e Graffitismo. Distinguere la creatività dal vandalismo.”

VALUTATO CHE:

  • Il writing, il graffitismo ed i murales sono una manifestazione sociale, culturale e artistica diffusa in tutto il pianeta, basata sull’espressione della propria creatività tramite interventi sul tessuto urbano. Correlata ad essa sono gli atti dello scrivere il proprio nome d’arte (tag) diffondendolo come fosse un logo.
  • Sottopasso Fontivegge Perugia 05Il fenomeno non ha nulla a che vedere con gli atti di vandalismo, poiché i writer tendono a esprimersi in campi protetti, come nelle “hall of fame”, spazi a disposizione dei writer in cui dipingere legalmente (ad esempio muri esplicitamente dedicati dalle amministrazioni comunali all’espressione della “spray-can art”).
  • Altra questione quella legata al vandalismo di strada presente nel contesto dei centri storici o dei quartieri residenziali, che comporta l’imbrattamento di edifici pubblici e privati, di palazzi storici, di monumenti ed, in generale, degli spazi di interesse storico e artistico. Questo tipo di scempio non può e non deve essere né ignorato né tollerato.

CONSIDERATO CHE:

  • Molte città europee hanno coniugato con successo la presenza di aree dedicate alla pittura murale nelle varie zone della città con la riqualificazione e la caratterizzazione delle stesse. Con il tempo questa manifestazione sociale e culturale ha assunto sempre più valore estetico, fino ad essere commissionati da privati ed enti pubblici, per abbellire edifici, evidenziare l’identità del luogo e valorizzare zone grigie del tessuto urbano. In molti casi le zone con le realizzazioni più interessanti divengono simboliche e di richiamo turistico.
  • scalette-sottopassi-perugiaAnche Perugia ha scelto di percorrere questa strada da tempo ed ha liberalizzato la zona del sottopassaggio di Fontivegge dedicandola al writing, al graffitismo ed ai murales. In seguito anche altre zone, come la stazione di Ponte Felcino o la zona di Pian di Massiano, hanno trovato giovamento dagli atti vandalici con questa strategia, riuscendo ad incanalare positivamente la creatività giovanile in degli spazi dedicati. Con questa pratica, non solo si è riusciti a prevenire i danni in maniera sensata, ma anche a rivalutare e colorare le zone meno attrattive della città.

Si interroga l’AMMINISTRAZIONE COMUNALE riguardo:

  • Sullo stato dei sottopassi della Stazione e della zona di Fontivegge, sui futuri interventi di riqualificazione tramite la messa in sicurezza, il miglioramento dell’illuminazione e la rivitalizzazione dell’area.
  • La possibilità di organizzare con le scuole e le associazioni studentesche una giornata di recupero dei sottopassi tramite giovani creativi che potranno decorare i passaggi attraverso il Writing, i Murales ed il Graffitismo. Inserendo, successivamente, le aree suddette tra le zone della città in cui è permesso dipingere tutto l’anno, riuscendo così a rivitalizzarle e bonificarle.