TARI: la tassa aumenta e il servizio cala, mentre si riducono sconti ed esenzioni

Il Comune di Perugia aveva individuato le zone intorno ai due impianti di Borgogiglione e Pietramelina le cui utenze avevano diritto di indennizzo dal pagamento della TARI: esenzione al 100% nel primo o riduzione del 50% nel secondo. Questo anche a seguito dell’approvazione all’unanimità di un apposito ordine del giorno a firma del Partito Democratico sull’indennizzo del disagio ambientale da parte del Consiglio comunale del febbraio 2015, a testimonianza dell’impegno costante rispetto a questa problematica.

Quest’anno il Sindaco Romizi e la sua Giunta con un’apposita delibera poi ratificata dalla maggioranza di centro destra ha stabilito di rivedere al ribasso le agevolazioni che erano state previste per quei cittadini che risiedono nelle zone limitrofe all’impianto di Pietramelina passando dal 50% a solo il 10% e alla discarica di Borgogiglione dal 100% al 20%.

Ma chi vive in queste zone è costretto quotidianamente a subire i disagi legati alla presenza dei due impianti: a titolo esemplificativo continui passaggi di mezzi pesanti e permangono le difficoltà legate alle emissioni odorigene.

I cittadini interessati da questo provvedimento si sono sentiti abbandonati e letteralmente presi in giro da questa Amministrazione: uno dei cavalli di battaglia dell’allora candidato Sindaco Romizi era stato proprio l’azzeramento della TARI o lo sgravio del 50% nei loro confronti, con tanto di migliaia di volantini recapitati nelle loro case. Gli impegni presi devono essere mantenuti, non è possibile sbandierare promesse elettorali per poi disattenderle completamente.


Posted in #OpenPg and tagged , , , , , , .