Tutto un altro blog!

4
Giu

Revisione del piano di gestione delle Mense Scolastiche con la partecipazione delle Associazioni dei Genitori e dei Comitati Mensa

madre ignota mense perugiaSulla gestione delle mense le dichiarazione e il comportamento della coppia Waguè e Calabrese sono inqualificabili, quindi non ci spenderò altre parole. La mia idea su di loro l’ho scritta qui, i genitori vanno ascoltati e non offesi: http://www.tommasobori.it/mense-basta-con-larroganza-e-la-superficialita-di-wague-e-calabrese-i-genitori-vanno-ascoltati-non-offesi/

La nostra richiesta è semplice e chiara: va rivisto il piano di gestione delle Mense scolastiche con la partecipazione delle Associazioni dei Genitori e dei Comitati Mensa.

I nostri bambini, che non sono altro che piccoli cittadini, non possono essere considerati un costo come fanno Waguè e Calabrese, ma un investimento. Il momento del pasto è un momento educativo, prima che alimentare e quindi va garantita attenzione, non fretta, qualità, non risparmio esasperato, personalizzazione, non omologazione.

Cominceremo così: invitando i genitori nell’Istituzione. Nella sala del Consiglio Comunale a Palazzo dei Priori questo mercoledì 10 giugno alle 15:00 ascolteremo le loro idee e proposte.

———-

Dmense scolastiche perugiai seguito il testo integrale:

VISTO:

– L’allegato con le questioni sollevate dai genitori dei bambini delle Scuole di Perugia nel loro comunicato stampa sottoscritto da tutti i rappresentanti delle associazioni e dei comitati mensa che, grazie all’attuale convenzione del Comune di Perugia, riescono a garantire i migliori prodotti per il cibo dmense scolastiche perugiai qualità dei loro figli accompagnandoli ad importanti risparmi economici che vengono reinvestiti in progetti scolastici, attività formative, beni e servizi.

VALUTATO CHE:

– L’assessore Calabrese, con affermazioni molto preoccupanti e di assoluta gravità, ha dichiarato “ILLEGALI” le convenzioni firmate quest’anno dal Sindaco Romizi e stipulate dai dirigenti del Comune di Perugia, oltre che aver sostenuto, in maniera offensiva, durante il Consiglio Comunale “Perché mai dovrei fidarmi di una mamma ignota che va a fare la spesa al suo supermercato sotto casa?”.

– L’assessore Waguè ha avanzato in maniera unilaterale il piano di gestione delle mense scolastiche del Comune di Perugia, attaccando anche con un’aggressività fuori luogo i genitori.

– I rappresentanti delle associazioni dei genitori e dei comitati mensa hanno richiesto di essere ascoltati per chiarire le loro posizioni, partecipare alle scelte e dialogare con l’amministrazione.

distribuzione mense scolastiche

IL CONSIGLIO COMUNALE IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA:

– A procedere all’audizione nella Commissione Consiliare competente dei presidenti delle associazioni dei genitori e dei comitati mensa per ascoltare le loro proposte ed avviare un percorso di partecipazione.

– A relazionare in Commissione ed in Consiglio Comunale sull’ipotesi di esternalizzazione della gestione delle derrate alimentari e sul modello di sviluppo dei servizi socio-educativi nella sua totalità, ad oggi sostenuti dalle associazioni e dai comitati mensa.

– A modificare la proposta avanzata in maniera unilaterale dall’assessore Waguè sul piano di gestione delle mense scolastiche sostituendola con ipotesi alternative, innovative e di partecipazione comunitaria concertate con le associazioni dei genitori e i comitati mensa.